Messaggio più recente

Buona Pasqua

Carissimi,

invio i piu’cari auguri a Voi Utenti che siete diventati ben 13193 ad oggi.

E’ una Pasqua strana, ma con gran pazienza e rigore ne verremo fuori.

Faccio mia questa espressione giapponese: NAKURUNAISA che credo sia una delle piu’ belle parole del mondo. Significa ” con il tempo si sistema tutto “. Un abbraccio a tutti.

Piero

Il Silenzio Grande

Teatro Carcano Milano

di Maurizio de Giovanni

Uno spettacolo di Alessandro Gassmann

Con Massimiliano Gallo
Con Stefania Rocca
Monica Nappo
Paola Senatore
Jacopo Sorbini

Scrittore napoletano di fama internazionale, Maurizio de Giovanni, autore di numerosi libri di successo, dalla serie de Il Commissario Ricciardi fino a I bastardi di Pizzofalcone, è per la prima volta autore di un’inedita commedia in due atti.

“L’incontro con Maurizio de Giovanni è stato nella mia carriera recente portatore di novità importanti e di progetti che mi hanno appassionato. In Qualcuno volò sul nido del cuculo il suo adattamento mi ha permesso di portare quella storia che trasuda umanità nell’Italia del 1982, conferendole un’immediatezza ed una riconoscibilità ancora più efficaci per il nostro pubblico, regalando allo spettacolo un successo straordinario.

Ho poi approfondito la mia conoscenza dell’umanità raccontata da de Giovanni interpretando l’ispettore Lojacono nella fortunatissima serie televisiva, giunta alla seconda stagione, de I bastardi di Pizzofalcone.

Quando in una pausa pranzo con Maurizio parlammo de Il silenzio grande, vidi l’idea nascere lì in pochi minuti. Ebbi subito la sensazione che, nelle sue mani, un tema importante come quello dei rapporti familiari, del tempo che passa, del luogo dove le nostre vite scorrono e mutano negli anni, ovvero la casa, avrebbe avuto un’evoluzione emozionante e sorprendente.

Immagino uno spettacolo dove le verità che i protagonisti si dicono, a volte si urlano o si sussurrano, possano fare riconoscere dove, come sempre accade anche nei momenti più drammatici, possano esplodere risate, divertimento, insomma la vita.

Questa è una delle funzioni che può avere il teatro: raccontarci come siamo, potremmo essere o anche quello che saremmo potuti essere. Al suo interno questa storia racchiude anche grandissime sorprese, misteri che solo un grande scrittore di gialli come Maurizio de Giovanni avrebbe saputo maneggiare con questa abilità e che la rendono davvero un piccolo classico contemporaneo.

Per rendere al meglio, il teatro necessita di attori che aderiscano in modo moderno ai personaggi e penso che Massimiliano Gallo, con il quale ho condiviso set e avventure cinematografiche, sia oggi uno degli attori italiani più efficaci e completi. E’ stata per me una grande gioia dirigerlo in un personaggio per lui ideale.”

Alessandro Gassmann

IN MARE APERTO

STAGIONE 2019-20

 

Una buona pizza

La location e’ molto bella e si nota la cura con cui sono apparecchiati i tavoli.
Buono il calzone e lo accompagnamo con una bitrra alla spina. gradevole il dessert: “Nuvola natalizia” ovvero una pannacotta con bucce d’arancia, finemente tagliate.
Infine un digestivo alle amarene. Buon rapporto qualita’ prezzo. Servizio attento e cortese.

Di soddisfazione

Mi ha convinto ad entrarci una vignetta di tripadvisor con su indicato ” Eccellenza”,
Ottimi gli gnocchi alla sorrentina e ho anche assaggiato un pezzo di pizza Diavola. Forno elettrico, ma buona sia la pizza che gli ingredienti. Discreto il tiramisu’ Ci hanno offerto un buon lemoncello. Buono il rapporto qualita’ prezzo ed un accogliente servizio.

Valtornenche Big Ben

Un ristorante di livello

Primo spaghetti all’astice: cotti al dente. Poca polpa nelle chele che tento di aprire con lo strumento idoneo, ma desisto. Forchetta con il manico arcuato che rende problematico e decisamente scomodo avvogere gli soaghetti. Lo faccio presente al direttore (credo) e mi dice che non sono stato il solo a farlo notare. Bhe’ cosa aspettano a sostituirle? Asssaggio sia la cotoletta ad orecchio di elefante che le patatine fritte. Entrambe ottime. Anche il tiramisu’ molto buono. Ottimo servizio e location elegante.

Sosta obbligatoria sulla strada Orionde

Tavoli all’aperto ed anche dentro al rifugio. Ordiniamo una raclette.e ci portano unizialmente-come omaggio della casa= un tagliere in legno su cui affettare un pezzo di ottimo salame.Buona la raclette composta da fette sottilissime che si spalmano su patete ed hanno a fianco fette di prosciutto crudo e cotto e qualche sottaceto. Discreto il calice di rosso. Infine un’ottima grappa con mirtilli, anche questa omaggio della casa.
Molto gentili ed accoglienti i came