Cravatte Marinella

Dalle camicie alle cravatte, da Napoli a Milano, si parla sempre di una tradizione tutta italiana ma molto amata anche all’estero: quale nonno, papà o marito non ha almeno una cravatta Marinella nell’armadio? Ecco, se fossi un uomo credo che ne avrei una collezione intera.. a pensarci bene, ne ho una collezione intera, solo che non le indosso. Le regalo.

Chiaro che parliamo sempre di gusto personale, ma 3 cose mi colpiscono delle cravatte Marinella:

i tessuti sono tutti realizzati in Inghilterra e catalogati per anno di produzione: chiedete in show-room di farvi vedere le bellissime sete vintage in tutti i colori possibili e immaginabili, se non ci credete.

– le cravatte possono essere fatte su misura, in base alla larghezza desiderata e soprattutto alla lunghezza del busto e alla dimensione del collo, evitando così che vi arrivino sopra all’ombelico, facendovi sembrare un po’ ridicoli o quanto meno instillando il dubbio in chi vi incontra che siate ingrassati ultimamente

– il tema ricorrente della maison è un piccolo fiore, declinato in tantissime varianti, dalle più romantiche, a quelle naif o astratte.

Per quanto riguarda il nodo, per me esiste solo quello inglese, e la cravatta dovrebbe essere larga non più di 8 cm, con l’eccezione del cravattino nero e stretto dei Blues Brothers. Sì, vi sento inorridire, ma secondo me slancia la figura.. pensate a John Belushi!

Se siete interessati a conoscere la storia della cravatta, delle sette pieghe con cui veniva realizzata per darle spessore, del retro, per il quale viene usato lo stesso tessuto pregiato del resto della cravatta, o volete anche solo curiosare, il sito è fatto molto bene. Se invece volete fare quattro passi dietro c.so Magenta, approfittatene per vedere i fregi dei locali del negozio, lo rendono speciale, soprattutto nel piccolo ingresso.

Ah, una chicca: lo sapevate che di giorno, in realtà, si dovrebbe indossare una cravatta chiara chiara, anche bianca, e che poi nel corso della giornata dovreste cambiarvela, perché a ogni orario corrispondono uno stile e una gradazione adatta? Ne ho fotografata una bianca, bella, bellissima, forse la tipica cravatta che regalerebbe una donna, ma ancora non riesco a immaginare un uomo che la sappia portare davvero bene. In attesa di decidermi, la guardo e mi lascio ipnotizzare dai suoi fiorellini.

Commento (1)

  1. minecraft games

    Hi there this is somewhat of off topic but I was wanting to know if blogs use WYSIWYG
    editors or if you have to manually code with HTML.
    I’m starting a blog soon but have no coding expertise so I wanted to get guidance from someone with experience.
    Any help would be enormously appreciated!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *