Un ristorante di livello

Primo spaghetti all’astice: cotti al dente. Poca polpa nelle chele che tento di aprire con lo strumento idoneo, ma desisto. Forchetta con il manico arcuato che rende problematico e decisamente scomodo avvogere gli soaghetti. Lo faccio presente al direttore (credo) e mi dice che non sono stato il solo a farlo notare. Bhe’ cosa aspettano a sostituirle? Asssaggio sia la cotoletta ad orecchio di elefante che le patatine fritte. Entrambe ottime. Anche il tiramisu’ molto buono. Ottimo servizio e location elegante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *